27/01/2023

 Foto dei figli minori pubblicate sui social in caso di separazione

Le foto dei figli pubblicate sui social spesso creano contrasto tra genitori separati. Questo perché uno dei genitori può trovare inadeguata l’esposizione del minore sui social come Facebook o Instagram. I motivi del rifiuto nei confronti della diffusione delle immagini del minore online possono essere diversi e vanno dal pericolo di sovraesposizione con ripercussioni psicologiche[…]

19/12/2022

Cos’è il diritto di ascolto del minore?

Quando la famiglia entra in crisi e i genitori si separano, spesso sono i figli l’anello più debole. Per questo motivo si parla di ascolto del minore e del relativo diritto dei figli a poter intervenire nei procedimenti che li riguardano. Sono diverse le procedure processuali in cui l’ascolto del minore diventa decisivo. Ecco perché è importante approfondire il tema dell’ascolto[…]

07/10/2022

Quando si può chiedere l’affido esclusivo e super esclusivo dei figli?

L’affido esclusivo e super esclusivo dei figli è una formula eccezionale per regolare una condizione di manifesta carenza o inidoneità educativa da parte di uno dei genitori nei confronti della prole dopo separazione, divorzio o interruzione della convivenza. Di regola si applica l’affidamento condiviso. Vale a dire l’istituto che ha radici nel concetto di bigenitorialità.[…]

30/09/2022

Cos’è e quando si applica la decadenza della responsabilità genitoriale

La responsabilità genitoriale sorge in virtù della mera nascita del figlio, prescindendo dal fatto che lo stesso sia nato o meno all’ interno del matrimonio. Questa formula – quella della responsabilità genitoriale – è stata presentata dal d.lgs. 154\2013, sostituisce la vecchia potestà dei genitori e rappresenta un passaggio chiave per determinare la crescita e[…]

01/07/2022

Quali sono i requisiti per adottare un bambino?

Esistono dei requisiti per adottare un bambino? Certo, questo passaggio è estremamente delicato e l’ordinamento italiano è particolarmente attento a questo aspetto. L’art. 6 della legge 184/83 disciplina le modalità dell’adozione e affidamento avendo come bussola un unico punto: l’interesse del minore. Non poteva essere diversamente, sono loro la parte più fragile. Per questo esistono[…]

24/06/2022

Chi è il curatore speciale del minore?

Il curatore speciale del minore è quella figura che si occupa di atti specifici in sostituzione e nell’interesse del minore. Il suo ruolo è quello di rappresentare nel giudizio gli interessi del minore in quei casi in cui i genitori siano inidonei o in conflitto tra loro. Quindi, come si può facilmente immaginare, stiamo parlando[…]

18/06/2022

Cosa succede se un genitore ostacola il rapporto dei figli con l’altro genitore

A volte capita che un genitore ostacoli il rapporto dei figli con l’altro genitore. Questo si verifica soprattutto nel momento in cui si vive una condizione di separazione poco serena e i figli diventano oggetto di contenzioso tra i genitori. Può accadere che nei giorni di visita stabiliti dal Giudice, un genitore impedisca o renda estremamente difficoltose[…]

13/06/2022

Diritto del nato a conoscere le proprie origini

Il diritto del nato a conoscere le proprie origini riguarda la possibilità dell’adottato, una volta compiuta l’età di 25 anni, di conoscere i propri genitori biologici. Questo è un tema decisivo perché consente di poter recuperare le proprie origini ma esiste anche un altro diritto fondamentale. Parliamo dell’oblio della madre. Infatti, se da un lato esiste una[…]

06/05/2022

Qual è la differenza tra adozione e affidamento?

Uno dei grandi dubbi dei clienti che spesso contattano un avvocato: qual è la differenza tra adozione e affidamento? Sembrano due termini da usare come sinonimi, in realtà per la legge italiana ci sono delle distanze importanti. Queste distanze devono essere approfondite con la giusta attenzione. Solo così è possibile gestire tutti gli strumenti a nostra[…]

29/04/2022

Corte Costituzionale e doppio cognome ai figli

Mercoledì 27 aprile 2022: sarà possibile dare doppio cognome ai figli. Per la Corte Costituzionale è illegittimo mettere solo quello del padre. Questa novità è legata a una motivazione ben chiara, la caratteristica discriminatoria della norma nei confronti della donna e lesiva verso i figli. Figli che dovrebbero essere sempre al centro degli interessi della coppia. Per questo[…]